Strumenti

Acquistati, utilizzati e conservati per le esercitazioni didattiche, gli strumenti scientifici del museo Nevio documentano anche circa 100 anni di storia della scienza, dagli anni ’70 del 1800.

Infatti si tratta di strumenti che sono firmati da importati costruttori e ditte napoletane (Bandieri, Potenza) italiane (Tecnomasio, Galileo, Paravia e Vallardi) e straniere (E. Rousseau, Paris).

Le esperienze che possono essere realizzate afferiscono alla Fisica (meccanica, acustica, ottica, elettrodinamica, fluidodinamica) e di chimica-fisica (leggi dei gas, tubi catodici, forno, filtro, bilance).

Agli strumenti scientifici si affiancano esemplari naturali: uno scheletro umano naturale giĆ  documentato nel 1878 ed un modello in plastica, esemplari animali (molluschi, uccelli, rettili, anfibi, insetti), rocce e minerali (circa 90 esemplari) e vegetali (erbari in cassette).

Completano il percorso solidi geometrici in legno e un unico esemplare di disposizione di atomi in reticoli cristallini di minerali (bipiramide triangolare, Paravia).

Sala I, NeMuSS
Sala I, NeMuSS